Talisker 10 y.o.

Talisker 10 y.o.Informazioni:

Tipologia: Island Single Malt Scotch Whisky

Provenienza: Isola di Skye – Scozia

Volume alcolico: 45,8%

Prezzo consigliato: 40 euro

Reperibilità: Media, disponibile su Amazon.

 

Cenni storici e osservazioni personali:

È tempo di colmare un vuoto, parlandovi di un whisky che ha folgorato molti, conducendoli sui sentieri del Malto: Talisker 10 y.o.! Tempo addietro, esaminai per voi una vecchia release, del 1990. L’espressione in oggetto oggi è invece quella attualmente disponibile. Nello specifico, la mia bottiglia è del 2013 ma non ho riscontrato significative differenze nel rilascio di quest’anno. Questi malti tendono ad essere infatti omogenei nel tempo, causa la bravura degli operatori di distilleria. Ovviamente, possono esserci lievi differenze tra un anno e un altro, ma l’intento è quello di raggiungere un livello sostanzialmente uguale. Qualora riscontrassi differenze con un batch, non mancherò di farlo notare segnando l’anno accanto al titolo della recensione. Ad ogni modo, si parla di un vero Classico, immancabile nella vetrinetta di ogni appassionato! Talisker è, come già vi dissi, l’unica distilleria presente sull’Isola di Skye e si è conquistata, nel tempo, posti di vertice nel cuore di ogni estimatore ma anche del novizio. Terminato il preambolo, addentriamoci nel vivo della recensione. Nota positiva: prodotto facilmente reperibile, anche presso supermercati, a un prezzo decisamente contenuto. (Aggiornamento 2017: Dopo l’uscita del Talisker Skye, il 10 years old non è più facilmente reperibile, se non tramite enoteche specializzate o store online) 

Note Degustative:

Aspetto: Oro con sfumature ambrate

Olfatto: Si apre con profondo sentore di brezza marina, che domina per l’intera durata della degustazione, seguito da piacevoli note agrumate di limone e arancia, per poi virare su iodio e spezie. Nello specifico, è possibile cogliere tracce di chiodi di garofano, cannella e tanto, tantissimo pepe nero. La fumosità è leggera ma non per questo assente: accompagna poderosamente l’essenza del malto Talisker, mai sovrastandola ed anzi ben sposandosi alle altre note. Nel complesso, siamo di fronte a un olfatto piacevolissimo, compatto, organico.

Palato: Imbocco speziato, di tanto pepe nero e chiodi di garofano, punta di cannella e poi, via, inebriati dalla profondità dell’Oceano con una nota salmastra gradevole e mai prevaricante. Il fumo si accentua, con bellissime note di tabacco da sigaro ma anche, a tratti, di pipa. Permangono gli agrumi che si evolvono sul substrato caldo e denso composto dal malto. Anche qui, riprova di grande eleganza e complessità, ma anche di equilibrio.

Finale: Non molto lungo ma, in verità, intenso: fumo leggero, sale, pepe nero e alga marina! Piccola vampata di note agrumate.

Un autentico classico, da provare in tante occasioni. Elegante, compatto e complesso, rasenta un gran bel dram per il novizio ma anche per i più esperti. Con un prezzo decisamente contenuto, forse il miglior prodotto che possiate comprare in questa fascia.

Voto: 90/100

Download PDF
Download

Riconoscimenti

I seguenti riconoscimenti sono stati attribuiti da "Il Bevitore Raffinato"

  • Premio
  • Premio
  • Premio
Bookmark the permalink.

44 Comments

  1. Bravo Peppe, prima di me!

    • Grazie, era un vuoto che doveva essere colmato! Aspetto anche la tua opinione!

      • che differenza c’è tra il talisker 10 anni e il talisker con l’etichetta blu edizione del 2015 senza specifica di anni di invecchiamento?

        • Salve,
          presumo lei si riferisca allo Storm o al recentissimo Skye. Hanno entrambi un’etichetta analoga. La differenza è che, a differenza del 10, sono dei No Age Statement, ergo whisky senza invecchiamento dichiarato e più giovani del 10 y.o! Per le differenze gustative e aromatiche, resti sintonizzato. A brevissimo saranno recensiti entrambi!

  2. Massimo Petrone

    Dove lo trovi al prezzo che hai indicato? Ne compro una cassa!

  3. Salve, seguo da un po’ di tempo questo sito e vorrei farti i complimenti per le recensioni e ringraziarti per i consigli! Aspettavo la recenzione di questo scotch, e devo dire che concordo con la tua valutazione, decisamente il miglior prodotto a quel prezzo, che compete senza sfigurare con altri anche più blasonati. Tra l’altro l’ho trovato in offerta a 18 euro a bottiglia in una nota catena di supermercati.. Ora, devo dire che ne sono rimasto sorpreso, il prezzo sembra davvero molto basso, sospetto un errore, ma credo che questo non mi tratterrà dal farne una scorta!!

  4. Ciao Giuseppe
    Sto assaggiando giusto ora un Talisker Storm, ero partito per prendere il 10 yo ma non trovandolo ho “ripiegato” su questo, essendo interessato ad assaggiare un Talisker che non avevo mai provato.
    Volevo sapere le tue impressioni!
    Grazie e sempre complimenti.

    • Salve Andrea,
      lo Storm sarà oggetto di una mia prossima recensione, dal momento che anche io ne ho una bottiglia. Ti anticipo che l’ho trovato interessante, anche se non raggiunge il livello dei prodotti più maturi della gamma ufficiale, 10 y.o. in primis!
      Grazie dei complimenti e del commento!
      A presto!

  5. Grazie della risposta immediata!
    Sinceramente ero un po’ perplesso vista la mancata indicazione dell’invecchiamento, anche se poi l’ho trovato comunque molto gradevole quindi non sono assolutamente pentito dell’acquisto fatto.
    Certo, e ra il primo Talisker, se il 10 yo è qualitativamente migliore e costa anche meno, la prossima volta non avrò dubbi!
    Ho riscontrato comunque alcune caratteristiche comuni che hai elencato qui sopra, forse le note affumicate sono più pungenti nello Storm, ma anche gradevoli nel finale. Particolarmente apprezzabile la salinità è la nota salmastra…Sembra davvero di stare vicino all’oceano!

    • Il gusto, ovviamente, è un parametro soggettivo. Dal mio personale punto di vista, come ti ho già detto, trovo che il Talisker 10 y.o. sia più complesso dello Storm, ma ciò non impedisce a quest’ultimo di essere un buon NAS, senza evidenti pecche e con un buon profilo aromatico e gustativo. Indubbiamente, è singolare la scelta di collocare un No Age Statement in una fascia di prezzo superiore ad un imbottigliamento con invecchiamento dichiarato. L’aumento della domanda di Single Malt, del resto, sta portando sempre più distillerie a scegliere la via del NAS, cosa che non mi fa impazzire. Bravi i ragazzi di Talisker che sono riusciti comunque a proporne uno interessante, contrariamente a diversi competitors. Ovviamente, è solo la mia personale opinione. Tuttavia, aggiungo, non tutte le ciambelle escono con il buco: sono rimasto abbastanza deluso da un altro NAS di recente uscita di Talisker, Port Ruighe, che non si contraddistingue per carattere e brillantezza. Concludendo, credo troverai molto interessanti gli imbottigliamenti più maturi della gamma…il 18 y.o., in particolare, raggiunge un notevole equilibrio e complessità ed ha un prezzo non eccessivo, considerata la qualità e l’invecchiamento.
      A presto e grazie del commento!

  6. Concordo perfettamente con la recensione!!
    Ottimo rapporto qualita/prezzo!!!

    Complimenti per il sito!!

  7. Salve. Complimenti per le recensioni, e, quindi, per il blog. Sono molto indeciso nell’acquisto di uno tra questi whisky: Cragganmore 12 y.o. e Talisker 10 y.o. Che cosa ne pensi? Buona giornata.

    • Ciao, grazie per i complimenti. Cerco di fare del mio meglio. Ad ogni modo: i whisky che hai citato sono due prodotti estremamente diversi, dipende dai tuoi gusti. Se ami il torbato, vai di Talisker 10 y.o., se invece preferisci la gentilezza dello Speyside, il Cragganmore 12 y.o. è di certo un grande esponente della categoria, ad un prezzo contenuto. Io, sinceramente, li prenderei entrambi per valutare le differenti sfumature. Per il prezzo a cui vengono proposti, non credo avrai da pentirtene!

      • Grazie Giuseppe! Se non sono indiscreto, ti posso chiedere il “famoso” supermarket in cui veniva venduto il Talisker a soli 18€? Grazie in anticipo. Buona serata!

        • Figurati, di nulla. Purtroppo, non posso aiutarti sul “famoso supermercato” segnalato da un altro utente. Non ho infatti più ricevuto alcuna notizia in merito. Posso tuttavia dirti che le offerte presso grandi catene come Auchan, Metro, Carrefour non sono infrequenti. Occorre trovarsi nel posto giusto, al momento giusto 🙂
          Buona Giornata!

  8. Ciao Giuseppe. Spero di non disturbare… Per acquistare whisky da Metro è obbligatorio avere la tessera commercianti etc.? Grazie in anticipo.

    • Ciao, nessun disturbo. Che io sappia, per acquistare al Metro è necessario avere una Partita Iva, afferente a un’attività commerciale o professionale tra quelle che possono avere accesso alle tipologie di prodotti venuduti. Nello specifico: alimentari, bar, pub, ristoranti, uffici e studi. (il Metro non vende, infatti, solo generi alimentari e alcolici). Magari, se hai un amico o un parente, puoi accodarti a lui. Da quanto ricordo, inoltre, la spesa minima effettuabile è di 150 euro. Ma è da molto che non ci vado, non so se siano cambiate le regole.

  9. Ciao. Comprato adesso a 29,90€ all’ipercoop

  10. A 18 eur in offerta ADESSO presso la catena INTERSPAR Padova. Ne ho presi tre 🙂
    CIAO!

  11. Prezzo eccellente, spero di trovarne anch’io. Magari lo segnalo ai lettori del Sito tramite i canali Social. Grazie per il commento e torna a trovarmi.

    P.S. Cosa pensi dell’attuale schema di colori del sito? Lo trovi gradevole e riposante per la vista? Chiedo perchè sto valutando l’eventuale passaggio a colori chiari, ma non sono del tutto convinto. La grafica attuale mi trasmette maggiore calore ed eleganza.

  12. L’attuale schema di colori mi piace, ma la mia è un opinione più che altro basata sul fatto che accedo a internet per lo più con dispositivi mobili e quindi apprezzo particolarmente gli sfondi scuri.
    Cambiando discorso riscontro invece che (Talisker 10 non ha fatto eccezione) molto/troppo spesso i distillati di grandi produzioni/distribuzioni soffrano di grossi scostamenti tra i vari lotti: ovvero riscontro variazioni notevoli tra bottiglia e bottiglia, cosa che mi aspetterei da un vino ma non da un distillato (a meno che non siano dei single cask/barrel).
    Non trovi?
    Ciao.

  13. Ciao, grazie per il commento in merito allo schema di colori.
    Rispondendo alla tua domanda: è vero, capita che talvolta ci siano differenze tra i lotti. Tuttavia, in prodotti di un certo livello, quale il Talisker 10 o il Lagavulin 16, non ho notato differenze significative. Nonostante siano prodotti in un certo volume, in distilleria badano ancora alla qualità. Ovviamente, può capitare un lotto non propriamente ottimo. Personalmente, sto pensando di recensire nuovamente prodotti già inseriti che hanno grande distribuzione, come il Talisker appunto. La recensione che hai letto, è relativa a un’espressione rilasciata nel 2014. Devo però evidenziare che non ho aggiunto finora imbottigliamenti del 10 di altri anni, tranne quello del 1990, perchè ho trovato una buona continuità nelle bottiglie assaggiate nell’ultimo lustro, in periodi diversi.
    Mi è capitato tuttavia di riscontrare notevoli differenze in batch di Glenfarclas 21 e 30, imbottigliati in differenti annate. Può capitare, insomma.
    Ovviamente, il Single Cask è un discorso a parte. Ogni Single Cask è infatti espressione di una singola botte, rilasciata in un numero ben determinato di bottiglie, generalmente tutte omogenee. O è eccezionale, o buono, o mediocre, dipende dalla qualità della botte.
    Torna pure a trovarmi in caso di altri dubbi e/o perplessità.

  14. Apprezzo particolarmente questo Whisky,mi piace soprattutto il suo “profumo di mare” e il suo sapore salmastro e torbato.
    Mi può suggerire un whisky,che enfatizzi il lato marino del sapore dell’odore di questo splendido distillato,ammorbidendone il la torbato.
    Grazie

    • Salve,
      potrebbe provare l’Highland Park 12 o, in alternativa il Lagavulin 16 o un Bruichladdich Ten. In particolar modo, Highland Park e Bruichladdich presentano una torbatura più leggera, senza tuttavia rinunciare alle note marine. Il Lagavulin ha una torbatura più possente, come Ardbeg (dove è ulteriormente più enfatizzata) o Laphroaig 15/18. Da quanto ho capito, Lei cerca un whisky che abbia note marine senza però avere una torbatura elevata, giusto? Lagavulin per me ha il giusto livello di torbatura ma i gusti sono ovviamente soggettivi.
      Cordialmente,
      Giuseppe Napolitano

  15. Buonasera Giuseppe,
    a quando la recensione sullo skye? Sono incuriosito, visto il prezzo contenuto, ma anche dubbioso visto che è un No Age. Qualche impressione?

  16. Enrico Caruso

    Trovato solo al mercato proprio oggi… acquistato … assaggiato … UN AUTENTICO SPETTACOLO !!!

  17. Salve Giuseppe.
    prima di tutto volevo complimentarmi per il suo sito che ho scoperto da poco. i cenni storici e le sue recensioni sono preziosissime.
    le scrivo per chiederle se è al corrente del fatto che Talisker ha di nuovo messo in commercio il 10 yrs. mi è capitato una tasting notes in inglese, su un altro sito, ed era riferita appunto ad una bottiglia del 2016. tale recensione era in inglese però, lingua che non capisco molto bene. lei ha notizie in merito?

    • Salve Giovanni,
      la ringrazio per i complimenti! Cerco di fare del mio meglio e il sito è in costante mutamento ed espansione. Sono previste grandi novità per l’autunno…
      Rispondendo alla sua domanda, posso dirle che da quanto so, il Talisker 10 è stato dismesso in favore del nuovo Skye. Tale informazione, oltre ad essere supportata da numerosi siti web esteri, è purtroppo avvalorata dalla scarsa disponibilità del Talisker 10 presso la grande distribuzione (dove fino a qualche mese fa era assolutamente prevalente) e presso le enoteche. A quanto mi risulta, stanno ricevendo tutti lo Skye. Ovviamente, essendo un prodotto realizzato in tiratura elevata, è ancora disponibile presso diversi store online e in alcune enoteche. Certo, non ho letto alcun comunicato ufficiale di Diageo, quindi potrei essere smentito…ma sono mesi che la community parla di prodotto ormai “discontinued”. Laddove dovessi sapere altro, provvederò a comunicarlo!

      Cordiali saluti

  18. Giovanni Gatto

    Buonissimo single malt molto elegante, il fumo si ‘scopre’ piano piano, grazie per le tue recensioni per me. Spero di prendere al più presto il 18 y.o.
    Ho provato l’ardbeg sempre 10y. attratto dalla tua recensione, cosa pensi del laphroaig sempre 10y.o. e stessa fascia di prezzo. Grazie per il tuo lavoro

    • Ciao Giovanni, grazie mille per il tuo gentile commento e per l’apprezzamento! Lieto che il Talisker ti sia piaciuto, per me è un malto di assoluta classe e dal costo decisamente onesto! Sul Laphroaig 10, prossimamente arriverà la mia recensione. Ti dico fin da ora che sono piuttosto deluso dagli imbottigliamenti degli ultimi anni, un tempo era decisamente superiore!
      Buona giornata!

  19. Salve Giuseppe,
    complimenti per questi tuoi lavori molto ben fatti.
    Premetto che non sono un esperto di single malt. Ho iniziato con un Glenfiddich credo 8years per poi passare direttamente “on the spot”
    nella distilleria Talisker, dove ho acquistato una distillery edition veramente notevole. Poi è
    stata la volta di un Highland Park 12, anche questo gustosissimo sebbene meno torbato. Recentemente ho comprato il mitico Lagavulin 16 ma non ancora assaggiato. Vorrei chiederti un
    consiglio sul prossimo acquisto per fare una nuova esperienzafare ad un prezzo accessibile ( 40/60) Mi piace torbato ma anche
    con retrogusto dolciastro e non eccessivamente “spiritato” Chiedo troppo?

    • Salve Marco,
      grazie per le gentili parole e per i complimenti.
      Se ami il gusto torbato, potresti provare l’ottimo Talisker 10 anni, dato che hai già apprezzato la DE. Nella fascia di prezzo da te indicata, inoltre, ti consiglierei un Ardbeg Ten (più torbato di Lagavulin e Talisker ma ugualmente molto piacevole) o un Kilchoman 100% Islay. Interessante anche Laphroaig 15.
      Grazie ancora per il commento, spero continuerai a seguirmi!

      • Buongiorno,noto con vero dispiacere che il prodotto in questione diventa sempre più difficile trovarlo,da quanto ho capito non è più in produzione e lo si potrà degustare fino ad esaurimento scorte,un vero peccato!
        Ho ho una domanda,potrebbe diventare tra svariati anni oggetto di collezione?
        Grazie e buona giornata!

        • Salve Antonio,
          in effetti è da tempo che circola in rete la voce che il Talisker 10 sia in momentanea dismissione. Tuttavia, va segnalato che non ho letto alcun comunicato di Diageo in tal senso e, recentemente, parlando con una persona che lavora in azienda, mi è stato detto che la produzione del 10 è ancora in corso, pur se al momento meno reperibile dello Skye.
          Ovviamente, laddove uscisse dalla produzione, sicuramente dovrebbe acquisire un certo valore collezionistico.
          Buona giornata e grazie del commento!

  20. Pingback:Toscano in noir. Intervista ad Alberto Minnella – Toscanofilo

  21. Sono un “novizio” e leggo con piacere ed interesse le tue recensioni. Proprio oggi ho visto in un negozio il Talisker 10y e memore della tua recensione l’ho preso subito e lo trovo davvero ottimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Bevitore Raffinato invita i visitatori del Sito a bere in modo responsabile.