Lagavulin 21 y.o. 1985-2007

Lagavulin 21 y.o. 1985-2007Informazioni:

Tipologia: Islay Single Malt Scotch Whisky

Provenienza: Isola di Islay – Scozia.

Volume alcolico: 56,5%

Prezzo consigliato: 1600-2000 euro.

Reperibilità: Rara, 6642 bottiglie prodotte e rilasciate nel 2007. Reperibile presso alcuni store specializzati ed aste online.

 

Cenni storici e osservazioni personali:

Da tempo meditavo di provare per voi (si, diciamolo, anche per me) un imbottigliamento con status praticamente leggendario: il Lagavulin 21 y.o. 1985-2007.
Maturato interamente in botti di rovere europeo ex-sherry, questo whisky ha acquisito rapidamente fama presso gli estimatori ed i collezionisti e, in seguito a pletore di recensioni estremamente positive, ha visto crescere il suo costo inziale da 170 euro a cifre che ormai sono decuplicate.
Molto raro da reperire, in quanto finito quasi tutto tra collezionisti ed estimatori, è ancora possibile trovarlo presso pochi negozi specializzati online o, talvolta, alle aste.
Fortunatamente ne ho una bottiglia, che presi al momento dell’uscita, prima che il tam tam mediatico ne determinasse la rapida scomparsa dagli scaffali. Da amante del carattere di Lagavulin, non potevo esimermi dal procurarmelo. Purtroppo, negli anni, i prezzi al momento del rilascio per tutti gli OB sono aumentati vertiginosamente e credo che sarà piuttosto difficile provare il 37 y.o., salvo qualche amico generoso che possa serbarmene un piccolo campione 🙂
Ebbene, oggi è giunto il fatidico momento di provare quello che viene considerato tra i migliori 21enni mai distillati, e verificare di persona le sue qualità!

Un malto decisamente sublime!

Un malto decisamente sublime!

Note Degustative:

Aspetto: Ambra piena.

Olfatto: Amalgama sontuosissimo di note derivanti dallo sherry quali prugne, datteri, fichi, cacao amaro, ciliegie in infusione alcolica che si incontrano e si fondono in un unicum eccezionale. Torba integrata nel modo più elegante ravvisato finora, che si innesta sulla dolcezza dello Sherry ma che presenta anche un delizioso risvolto di bacon affumicato inizialmente molto leggero ma che si amplifica nel tempo, restando sempre piacevole. L’evoluzione continua nel tempo, presentando un lato balsamico di eucalpito, canfora, mentolo. Ancora, miele, toffee, vaniglia, mandorle fresche, tratto da nocillo… Inesauribile, promana anche foglie da tabacco da sigaro e cioccolato che da fondente diviene al latte. Difficilissimo da descrivere, e potreste pensare che io abbia perso il senno nell’elencare tutti questi descrittori ma è un’espressione estremamente complessa, per davvero! Ancora, sentore da migliori melasse del Demerara, pur restando ciò che è: un whisky fantastico! Nota sulfurea di sfondo assolutamente non invasiva e che gli dona un tocco di classe extra che mi fa impazzire! Nota: richiede molto tempo per svelarsi appieno, io gli ho dedicato circa 3 ore e forse è stato anche poco! S-T-U-P-E-N-D-O!

Palato: Estasi di potenza: torba possente che si evolve integrata alla dolcezza da Sherry, accanto a bacon, cioccolato, prugne, datteri, fichi…ancora, zucchero di canna, molto pepe nero. Nota balsamica ravvisata all’olfatto che si riverbera ad ondate e contraddistinta da mentolo, eucalipto e punta di rabarbaro. Essenza di liquirizia. Non si esaurisce: brezza marina, leggera salinità. Malto bifronte che si snoda tra un’anima più ruggente ed una più raffinata, le quali coesistono in perfetta armonia. Ancora, marmellata d’arancia accanto a leggerissimo limone, zenzero! Niente acqua, per favore! E’ perfetto già così, veramente M-E-R-A-V-I-G-L-I-O-S-O.

Finale: INFINITO, di frutti rossi, more, cioccolato al latte, torba, marmellata d’arancia, punta di pepe…mentre continuo a scrivere, perdura. Una spanna sopra tutti!

Che io ami Lagavulin non è un segreto ma credo che difficilmente qualcuno possa dire che in quel di Islay non lavorino con tutti i crismi. Quest’espressione rasenta, senza alcun dubbio, il miglior whisky provato finora. (Sono particolarmente sensibile alle note rilasciate da questo Signore di Islay).Presenta molteplici risvolti che necessitano di tempo e pazienza per l’interpretazione ma che, vi assicuro, ripagheranno il tempo dedicato. Mi unisco con gioia a tutti coloro che mi hanno preceduto nella disamina elogiandolo(voci ben più autorevoli della mia) e vi lascio con un consiglio: se ne avete una bottiglia,apritela e concedetevi un momento di sublimazione che perdurerà nei vostri ricordi per sempre! Troverò mai di meglio? Speriamo di si, ma questa volta non mi posso proprio lamentare! In una parola: ESTATICO!

Voto: 97/100

Download PDF
Download

Riconoscimenti

I seguenti riconoscimenti sono stati attribuiti da "Il Bevitore Raffinato"

  • Premio
  • Premio
  • Premio
  • Premio
  • Premio
Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Bevitore Raffinato invita i visitatori del Sito a bere in modo responsabile.