Glengoyne 18 y.o.

glengoyne-18-y-oInformazioni:

Tipologia: Highland Single Malt Scotch Whisky

Provenienza: Highlands – Scozia.

Volume alcolico: 43%

Prezzo consigliato: 80 euro.

Reperibilità: Medio-Alta.

 

Cenni storici e osservazioni personali:

Oggi ho deciso di terminare la disamina del range dei più maturi invecchiamenti di una distilleria delle Highlands, l’interessante Glengoyne! Dopo il 25 e il 21, ora tocca al Glengoyne 18 y.o., maturato anch’esso in botti ex-sherry e distribuito in Italia da Rossi & Rossi.
Ho letto impressioni eccellenti del più giovane 15 years old…vedrò di procurarmelo nel corso dell’imminente Milano Whisky Festival.
Per ora, parliamo di questo! La maturazione è avvenuta impiegando sia botti nuove che refill ex-Sherry. Glengoyne infatti matura tutti i propri malti interamente in botti ex-Sherry e, lo ricordo, impiega la pregiata qualità di orzo Golden Promise (unica insieme a The Macallan).
Quest’espressione ha sostituito il precedente 17 y.o., l’imbottigliamento esaminato è del 2016.

Note Degustative:

Aspetto: Oro.

Olfatto: Banana acerba, piuttosto doma all’inizio ma in crescendo dopo qualche minuto, un bel po’ di frutti rossi, piacevole nota agrumata, direi crostata all’arancia. Melone cantalupo. A questo bouquet intensamente fruttato, ben si abbina dello zucchero di canna muscovado.
Presente anche un lato erbaceo, di foglie di tè verde e prato bagnato. Olfatto piacevole, pur se meno intrigante dei fratelli maggiori.

Palato: Di corpo medio, si presenta piuttosto erbaceo e balsamico, con note di eucalipto, tracce di mentolo, tè in notevole quantità. Il lato fruttato è piuttosto sopito, ma presente: ancora leggeri frutti rossi, albicocca, distinto tocco agrumato.
In fundis, un discreto cacao amaro amalgamato a spezie del legno, che si mescolano a una nota pepata piuttosto intensa..

Finale: Lungo, di note balsamiche ed erbacee, leggera frutta, pepe nero.

Anche in questo caso Glengoyne ci offre un malto gradevole. Non affatto malvagio, seppur meno intenso e complesso delle espressioni più mature. Il tratto balsamico è di notevole vivacità, ma un po’ prevaricante in sede gustativa. Avrei preferito una migliore integrazione.

Voto: 84/100

Download PDF
Download
Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Bevitore Raffinato invita i visitatori del Sito a bere in modo responsabile.