Talisker Storm

talisker-stormInformazioni:

Tipologia: Skye Single Malt Scotch Whisky

Provenienza: Skye – Scozia.

Volume alcolico: 45,8%

Prezzo consigliato: 40 euro.

Reperibilità: Ampia, disponibile anche su Amazon.

 

Cenni storici e osservazioni personali:

Cari amici, avrete notato che ultimamente sto scrivendo molto meno: non è perché manchino idee o espressioni da recensire ma, semplicemente, per impegni personali e lavorativi. Ma non temete: sto cercando di organizzarmi al meglio e presto tornerò ad essere estremamente prolifico. Chi mi segue su Facebook, avrà notato che ho promesso una recensione del leggendario Pappy Van Winkle 15 che, in sincera verità, ho redatto negli scorsi giorni e che quindi verrà pubblicato a breve.
Tuttavia, dato che tengo molto a quanto mi scrivono i lettori, oggi vi parlerò del Talisker Storm, richiesto da molti di voi.

Lo Storm è un’espressione No Age Statement la cui produzione è iniziata qualche anno fa, nel 2013. Presso la grande distribuzione, ha sostituito (insieme allo Skye) l’eccellente Talisker 10 y.o. di cui, come ben saprete, ho un’ottima opinione. Lo Skye non mi colpì troppo, magari avrò un’opinione diversa dello Storm.
Procedo nella disamina, senza tediarvi troppo.

Note Degustative:

Aspetto: Oro pieno.

Olfatto: Molto fresco e vitale, con una torba piuttosto vivace e a tratti intensa. Presente il classico tratto marino di Talisker, avviluppato però da note di burro e note tipiche di malti giovani come, ad esempio, cereali, orzo fresco. A tratti, sembra quasi un new make, insomma. Fortunatamente, però, è più stratificato dello Skye, e presenta un interessante tratto di frutta fresca tropicale, tra cui spicca il mango. Spezie del legno, tracce di liquirizia. Con il passare dei minuti, il lato marino diviene più intrigante.

Palato: Di corpo medio, presenta una dolcezza abbastanza insolita per Talisker, pur presentando il contrassegno tipico di distilleria: fumosità elegante, brezza marina, nota salmastra e pepe nero, seppur meno esuberanti che nel lodato Talisker 10. Sostanzialmente, sembra una versione “ingentilita” di quest’ultimo, con note più delicate, con meno carattere ed intensità, pur risultando gradevole. Ancora, spezie del legno e un tocco di china.

Finale: Medio, con nota salina, pepe nero e mix fruttato.

Malto non malvagio, non arriva a superare l’eccellente 10 anni ma, personalmente, lo preferisco di gran lunga allo Skye. Sicuramente è un malto piuttosto giovane, tuttavia ha la propria individualità, seppur non marcata come nel 10 anni. Gradevole da bere, senza particolare impegno.

Voto: 84/100

Download PDF
Download
Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Bevitore Raffinato invita i visitatori del Sito a bere in modo responsabile.