Rosebank 21 years old (O.B.)

Informazioni:

Tipologia:  Lowlands Single Malt Scotch Whisky

Provenienza:  Lowlands – Scozia

Volume alcolico: 52,8%

Prezzo consigliato: 250 euro

Reperibilità: Bassa, 5604 bottiglie prodotte

 

Cenni storici e osservazioni personali:

Ritorno a  parlarvi di Whisky con un prodotto decisamente interessante proveniente da una distilleria purtroppo chiusa dal lontano 1993: Rosebank.

Rosebank era situata a  Camelon, cittadina nei pressi di Falkirk e, precisamente sulle rive del canale Forth and Clyde. Il suo nome ha origine dalla fioritura delle rose sulle rive del canale, nei pressi della distilleria.

Era nota per la produzione di un malto floreale e leggero, considerato egregiamente da noti esperti di settore. Michael Jackson, nel suo Malt Whisky Companion, lo definisce il “migliore esempio di un malto delle Lowlands” e l’autorevole Jim Murray lo ritiene il Whisky Lowlander top della categoria. C’è inoltre da dire che, come da tipica tradizione delle Lowlands, il whisky subiva una tripla distillazione. E’ stata una perdita notevole per tutti gli amanti del suo carattere floreale e fruttato. Furono fatti dei piani per la riapertura della distilleria ma, in seguito al furto dei distillatori originali, l’idea sembra essere stata definitivamente accantonata.

Rosebank sopravvive tuttavia in diversi imbottigliamenti indipendenti e in alcune release ufficiali, in tiratura limitata, rilasciate da Diageo, attuale proprietario del marchio e della distilleria. Quella in esame, è l’affascinante 21 anni (1990/2011) prodotto in 5604 bottiglie. E’ un vatting ottenuto da botti di sherry e bourbon.Ho avuto modo di provarlo mediante un sample gentilmente donato da un amico e, dato il costo non propriamente contenuto e la difficile reperibilità, è stato un presente più che gradito!


Note Degustative:

Aspetto: Giallo paglierino

Olfatto: Intensamente e amorevolmente floreale, con tracce evidenti di petali di rosa (non per niente si chiama Rosebank!), lavanda e violette! Non mancano tracce riconducibili alle botti di bourbon, in primis vaniglia. E’ possibile ravvisare anche limoni e oserei dire, anice! Sullo sfondo, un buon sentore legnoso, molto gradevole. Lo annuserei per ore, la sua dolcezza e delicatezza sono straordinarie!

Palato:  Note floreali ancora evidenti, si accompagnano a un piacevole gusto di limone che ne mitiga la dolcezza, ma anche tracce di kiwi e ciliegie. Aggiungendo acqua resta sostanzialmente immutato, si evince ulteriormente il limone. Complessivamente molto elegante, seppur meno complesso che all’olfatto.

Finale: Mediamente lungo e abbastanza persistente, floreale. Permangono tutte le note evidenziate nel gusto ma ciò che realmente predomina è l’essenza del malto.

Quest’espressione di Rosebank mi è particolarmente piaciuta. Molto floreale, come dovrebbe essere un malto delle Lowlands, delicato e al contempo penetrante. Un whisky piuttosto complesso, tale da far rimpiangere i tempi in cui la distilleria era ancora operativa. Se riuscite a trovarlo, è assolutamente consigliato!

Voto: 90/100

Download PDF
Download

Riconoscimenti

I seguenti riconoscimenti sono stati attribuiti da "Il Bevitore Raffinato"

  • Premio
  • Premio
  • Premio
Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il Bevitore Raffinato invita i visitatori del Sito a bere in modo responsabile.