Alpestre Riserva Speciale 1983Informazioni:

Tipologia: Distillato di Erbe

Provenienza: Piemonte – Italia

Volume alcolico: 49.5%

Prezzo consigliato: 50 euro

Reperibilità: Media, prodotto in tiratura limitata dalla botte numero 56

 

Cenni storici e osservazioni personali:

Alpestre è un antico distillato di erbe, la cui storia inizia nel lontano 1857, quando fu creato dal Frate Marista Emanuele, nella zona dell’Hermitage sul fiume Gier, in Francia. Esperto conoscitore delle virtù terapeutiche delle erbe, frate Emanuele profuse le sue conoscenze nella realizzazione di questo distillato, la cui formula viene replicata ancora oggi.
Conosciuto originariamente come “L’Arquebuse dell’Hermitage”, ebbe fin dai primi anni un grande successo: il governo francese decise infatti di impiegarlo per la cura dei propri soldati inviati presso le colonie. Il termine Arquebuse si riferisce appunto all’impiego come tonico mentre Hermitage era il luogo di produzione.
La storia di questo distillato, tuttavia, continua nel Belpaese: nel 1904, infatti, in seguito all’emanazione delle leggi anticlericali francesi, i religiosi si trasferiscono in Italia, precisamente a Carmagnola dove continuano, sapientemente, la produzione del distillato. L’attuale distilleria dell’Alpestre nasce proprio qui. Il nome attuale deriva dal divieto, imposto nel periodo fascista, di utilizzare nomi stranieri, e così Arquebuse diventa Alpestre.
Ad oggi, la produzione di questo distillato idroalcolico di erbe e piante officinali, ovvero piante medicinali febbrifughe, digestive, toniche, rinfrescanti, antisettiche e aromatiche continua. Il metodo di preparazione segue l’antica ricetta dei frati maristi ed è ovviamente segreta.
Oggi come allora, esperti erboristi coltivano nei campi annessi alla distilleria le 34 varietà di erbe, fino a portarle alla giusta maturazione. Tra di esse, figurano timo, assenzio, lavanda, angelica, finocchio, tanaceto, salvia, menta, melissa, isopo, cedrina e camomilla. Tutte le erbe vengono fatte prima macerare e poi vengono accuratamente distillate.
Per favorire la concentrazione delle proprietà aromatiche e medicamentose delle erbe, Alpestre viene fatto invecchiare a lungo in botti di rovere di Slavonia, per un minimo di 10 anni. Alpestre viene poi imbottigliato senza aggiunta di zucchero a altri additivi, puro come esce dalla botte.
Il distillato in esame oggi è Alpestre Riserva Speciale 1983-2003, maturato 20 anni nella botte numero 56, prima di essere imbottigliato. È un Alpestre millesimato, proposto come summa dell’esperienza dei distillatori.
Ho ricevuto la bottiglia a titolo gratuito a scopo recensivo dall’attuale importatore italiano OnestiGroup S.P.A., che distribuisce in esclusiva questo prodotto. Colgo l’occasione per ringraziare l’azienda per aver avuto l’occasione di recensire questo imbottigliamento.

Note Degustative:

Aspetto: Oro

Olfatto: Assenzio e finocchio giocano un ruolo fondamentale: entrambi predominano all’inizio sul resto delle erbe presenti. Avendo un po’ di pazienza, si riesce a cogliere una nota decisa di menta, accompagnata dalla delicatezza del timo e dalla leggerezza della camomilla. È impossibile distinguere nitidamente tutte e 34 le erbe presenti, che si amalgamano e si fondono formando un distillato unico e molto particolare. Non è il classico “amaro”, siamo di fronte a un digestivo assolutamente peculiare, almeno all’olfatto.

Palato: Di media consistenza, si presenta estremamente amaro e balsamico, con distinte note di menta, salvia e timo. Si coglie, di sfondo, anche camomilla che si fonde alla lavanda sul finale. Non particolarmente complesso, ma notevolmente digestivo e tonificante.

Finale: Mediamente lungo e balsamico, di menta, timo, isopo e camomilla.

Alpestre è sicuramente peculiare: riesce nell’impresa di proporre un distillato di erbe atipico, in cui la presenza delle piante officinali è estremamente decisa e nitida. Tuttavia, il suo gusto potrebbe non riscontrare le preferenze di tutti. Essendo puro, molto amaro in quanto privo di zucchero e additivi, risulterà sicuramente gradito agli amanti di questa tipologia; altri, potrebbero rimanerne delusi. Resta comunque un autentico esponente della sua categoria: un vero distillato di erbe, senza compromessi.

Voto: 81/100

Related Posts

7 Responses
      1. Matteo

        Gli imbottigliamenti base recenti riportano un invecchiamento di ‘soli’ tre anni (prima erano dieci).
        Ad essere sincero non li ho ancora assaggiati.

  1. Stefano

    Conosco il prodotto da decenni e, senza entrare nel merito della bontà dell’attuale distillato, voglio osservarne un altro aspetto. Mi chiedo, le chiedo, è mai possibile che i tre prodotti ( il vecchio 10 anni, il nuovo 4 anni, la riserva 20 anni) abbiano tutti lo stesso colore? Ovvero: Il rovere di slavonia non tinge?

    1. Salve Stefano, in primo luogo, grazie per il commento. Onestamente quest’espressione è l’unica che abbia provato della gamma Alpestre. Teoricamente sì, il colore dovrebbe essere diverso, per via dell’influsso delle botti e dovrebbe variare in base all’invecchiamento. Tuttavia, non avendo provato le altre, non saprei cosa dirle. Potrebbe anche essere che l’influsso della botte, dal punto di vista dell’aspetto visivo, sia effettivamente molto limitato. E’ sicuro siano perfettamente identici? Non necessariamente vi sono enormi modifiche dell’aspetto visivo.

      1. stefano

        Il 20 anni è assai difficile da reperire ed è l’unico che non ho provato. Il 10 anni è anch’esso ormai da anni fuori produzione ma qualche bottiglieria di livello ha ancora qualche esemplare. Come sapore il 10 anni appare migliore della versione ultima. In merito al colore sono pressoché identici. Dunque una botte nuova non dona poi tutto questo colore.

Leave a Reply

Cerca per Distilleria

116Whisky & Whiskey
Aberlour
AnCnoc
Antiquary
Ardbeg
Arran
Auchroisk
Balblair
Ballantine's
Balmenach
Balvenie
Benrinnes
Benromach
Bladnoch
Blair Athol
Bowmore
Brora
Bruichladdich
Bunnahabhain
Caledonian
Cameronbridge
Caol Ila
Cardhu
Chivas Regal
Clynelish
Compass Box
Convalmore
Connemara
Cragganmore
Craigellachie
Crown Royal
Dailuaine
Dalmore
Dumbarton
Eagle Rare
Elijah Craig
Ezra Brooks
Fettercairn
Four Roses
George Dickel
Girvan
Glen Albyn
Glenburgie
Glencadam
GlenDronach
Glenfarclas
Glenfiddich
Glen Elgin
Glen Garioch
Glen Grant
Glen Keith
Glenglassaugh
Glengoyne
Glengyle
Glenlivet
Glenlossie
Glenmorangie
Glen Mhor
Glen Moray
Glen Scotia
Glenury Royal
Glenturret
Glenugie
Hazelburn
Heaven Hill
Highland Park
Hudson
High Spirits
Imperial
Inverleven
Invergordon
Jack Daniel's
Johnnie Walker
Jura
Kilchoman
Kininvie
Lagavulin
Laphroaig
Ledaig
Linkwood
Littlemill
Loch Lomond
Longmorn
Longrow
Macallan
Maker's Mark
Mannochmore
Miltonduff
Mortlach
North British
Old Crow
Old Fitzgerald
Old Pulteney
Oban
Pappy Van Winkle
Port Dundas
Pittyvaich
Port Ellen
Puni
Rosebank
Royal Brackla
St.Magdalene
Scapa
Shinshu Mars
Speyburn
Springbank
Strathisla
Strathmill
Talisker
Teaninich
Teeling
Tobermory
Tomatin
Tullibardine
Yamazaki
Wild Turkey
Ignote/Segrete
42Rum
Abuelo
Angostura
Appleton Estate
Bellevue
Bermudez
Brugal
Cadenhead's
Caroni
Damoiseau
Diamond
Dictador
Diplomático
Don Papa
Doorly's
El Dorado
English Harbour
Enmore
Flor de Caña
Foursquare
Hampden
Havana Club
Kraken
Long Pond
Matusalem
Mount Gay
Mulata
Ocean's
Plantation
Port Mourant
Rockley Still
Relicario
ReimonenQ
Saint James
Saint Maurice
Samaroli
Santa Teresa
Skeldon
Trinidad
Uitvlugt
Velier Demerara
Velier Royal Navy
Worthy Park
5Porto
Dow's
Fonseca
Graham's
Quinta do Vesuvio
Ramos Pinto
11Grappa
Bottega
Cantina del Taburno
Dellavalle
Feudi di San Gregorio
Mazzetti d'Altavilla
Nonino
Poli
Roner
Sibona
Unterthurner
Villa de Varda
9Brandy
A.De Fussigny
Branca
Cardenal Mendoza
Courvoisier
Lepanto
Mazzetti d'Altavilla
Vallein Tercinier
Vecchia Romagna
Villa Zarri