Informazioni:

Tipologia: Single Malt Scotch Whisky

Provenienza: Scozia.

Volume alcolico: 54,1%

Prezzo consigliato: 60 euro.

Reperibilità: Media, disponibile presso rivenditori specializzati.

Cenni storici e osservazioni personali:

Peat’s Beast è la denominazione di un Single Malt proveniente da distilleria ignota e il cui nome è un omaggio a un’antica leggenda scozzese che narra di avvistamenti di una bestia mostruosa e singolare, in quanto sembra vagasse di notte esclusivamente in cerca di torba…

Il brand è stato creato dal duo Eamonn Jones  e Gerald Erdrich, entrambi provenienti dal mondo di Whyte & Mackay – il primo come direttore regionale e il secondo come importatore – con l’intento di proporre un malto torbato distintivo e possente, una vera e propria “bestia”.

Di Peat’s Beast esistono diverse espressioni, tutte provenienti da distilleria ignota ma, in alcuni casi, è stato dichiarato l’invecchiamento e la provenienza geografica (Islay). Tale circostanza si è verificata in occasione di alcune release limitate quali, ad esempio, il 27 e il 34 anni.

Dell’odierna espressione, è solo noto che ha subito un finish di 9 mesi in botti ex-Sherry PX, la tipologia più dolce del celebre vino liquoroso e che è stato imbottigliato a grado pieno, senza riduzione.

La provenienza non è necessariamente Islay: gli imbottigliatori hanno chiaramente spiegato che i propri malti potrebbero provenire da altre distillerie scozzesi.

Detto questo, credo che non mi resti che verificare quanto vi sia di “bestiale” in questo malto!

Note di degustazione:

Aspetto: Mogano.
Olfatto: Il fumo ovviamente c’è, ma è piuttosto delicato, ammantato di frutta secca declinata nei datteri e nei fichi e, al contempo, avviluppata da un deciso cioccolato fondente. A queste note tipicamente sherried, si aggiunge una leggera presenza di spezie, pepe e zenzero, mentre man mano emerge un delicato burro e l’aroma tipico del latte fresco intero. Infine, fragole fresche e una punta di aceto balsamico invecchiato. Olfatto non malvagio, ma troppo ruffiano e fin troppo orientato allo sherry.
Palato: Fin da subito piuttosto esuberante, con vivace pepe nero che incontra zenzero e liquirizia dolce, mentre di sfondo sono percepibili nuovamente i datteri secchi e un tocco di marmellata di fragole. Vi è anche un tratto simil-rum da melassa e, come all’olfatto nei cui confronti è molto coerente, spunta nuovamente il coccolato. Anche in questo caso rimane un adulatore, con il difetto di nascondere troppo l’essenza del whisky. 
Finale: Lungo, molto speziato con pepe nero e zenzero che si intrecciano a un fumo discretamente persistente.

Un malto che mi ha lasciato onestamente un po’ interdetto: da un lato vi è una buona complessità aromatica, dall’altro l’anima torbata viene un po’ troppo soppiantata da uno Sherry prevaricante e fin troppo piacione. Mi sembra quasi di bere uno Sherry PX con una lieve affumicatura e una forte speziatura piuttosto che un single malt. In definitiva, pur non essendo malvagio, risulta un po’ slegato e a tratti dissonante. Amo lo Sherry PX in purezza, e a volte può dare un grande contributo anche al whisky. In questo caso, qualcosa non ha funzionato. Tuttavia, a sottolineare per l’ennesima volta la soggettività di una recensione, segnalo che  all’amico Lamberto è piaciuto di gran lunga più di me. 

Voto: 80/100

starstar

Related Posts

Leave a Reply

Cerca per Distilleria

133Whisky & Whiskey
Aberlour
AnCnoc
Antiquary
Arbikie
Ardbeg
Ardmore
Arran
Auchroisk
Balblair
Balcones
Ballantine's
Balmenach
Balvenie
Benrinnes
Benromach
Bimber
Bladnoch
Blair Athol
Bowmore
Brora
Bruichladdich
Buffalo Trace
Bunnahabhain
Caledonian
Cameronbridge
Caol Ila
Cardhu
Chichibu
Chivas Regal
Clynelish
Compass Box
Convalmore
Connemara
Cragganmore
Craigellachie
Crown Royal
Dailuaine
Dalmore
Dalwhinnie
Dufftown
Dumbarton
Eagle Rare
Elijah Craig
Ezra Brooks
Fettercairn
Four Roses
George Dickel
Girvan
Glen Albyn
GlenAllachie
Glenburgie
Glencadam
GlenDronach
Glenfarclas
Glenfiddich
Glen Elgin
Glen Garioch
Glen Grant
Glen Keith
Glenglassaugh
Glengoyne
Glengyle
Glenlivet
Glenlossie
Glenmorangie
Glen Mhor
Glen Moray
Glen Scotia
Glenury Royal
Glenrothes
Glenturret
Glenugie
Hazelburn
Heaven Hill
Highland Park
Hudson
High Spirits
Imperial
Inverleven
Invergordon
Jack Daniel's
Johnnie Walker
Jura
Kilchoman
Kininvie
Lagavulin
Laphroaig
Ledaig
Linkwood
Littlemill
Loch Lomond
Longmorn
Longrow
Macallan
Maker's Mark
Mannochmore
Michter's
Miltonduff
Mortlach
Murray McDavid
North British
Old Crow
Old Fitzgerald
Old Pulteney
Oban
Pappy Van Winkle
Paul John
Port Dundas
Pittyvaich
Port Ellen
Puni
Rosebank
Royal Brackla
St.Magdalene
Scapa
Shinshu Mars
Speyburn
Springbank
Strathmill
Strathisla
Talisker
Teaninich
Teeling
Tobermory
Tomatin
Tullibardine
Yamazaki
Whistlepig
Whyte & Mackay
Widow Jane
Wild Turkey
Writers' Tears
Ignote/Segrete
45Rum
Abuelo
Angostura
Appleton Estate
Bellevue
Bermudez
Brugal
Cadenhead's
Caroni
Damoiseau
Diamond
Dictador
Diplomático
Don Papa
Doorly's
El Dorado
English Harbour
Enmore
Equiano
Flor de Caña
Foursquare
Hampden
Havana Club
Kraken
La Hechicera
Long Pond
Matusalem
Mount Gay
Mulata
Ocean's
Plantation
Port Mourant
Relicario
ReimonenQ
Saint James
Saint Maurice
Samaroli
Santa Teresa
Skeldon
Trinidad
Uitvlugt
Velier Demerara
Velier Royal Navy
West Indies Rum Distillery
Worthy Park
Ignote
5Porto
Dow's
Fonseca
Graham's
Quinta do Vesuvio
Ramos Pinto
11Grappa
Bottega
Cantina del Taburno
Dellavalle
Feudi di San Gregorio
Mazzetti d'Altavilla
Nonino
Poli
Roner
Sibona
Unterthurner
Villa de Varda
10Brandy
A.De Fussigny
Branca
Cardenal Mendoza
Courvoisier
Fundador
Lepanto
Mazzetti d'Altavilla
Vallein Tercinier
Vecchia Romagna
Villa Zarri