Craigellachie 10 y.o. 2007-2017 Valinch & Mallet

Informazioni:

Tipologia: Speyside Single Malt Scoth Whisky

Provenienza: Speyside – Scozia.

Volume alcolico: 48,8%

Prezzo consigliato: 70 euro.

Reperibilità: Bassa, ancora disponibile presso alcuni rivenditori specializzati online.

Cenni storici e osservazioni personali:

Craigellachie è probabilmente un nome che non dirà molto ai più. Per molto tempo, infatti, precisamente fino al 2014, il malto prodotto da questa distilleria dello Speyside è confluito quasi totalmente nel popolare blended Dewar’s. Situata nell’omonimo centro, praticamente nel cuore di una zona storicamente ricca di distillerie, è stata fondata nel lontano 1891 da Peter Mackie (all’epoca, proprietario di Lagavulin) per fornire malto aggiuntivo da impiegare nel White Horse, blended tuttora esistente.  Di conseguenza, anche ai suoi albori, non vide una linea propria di single malt.

Progettata secondo i criteri più moderni dell’epoca dal famoso architetto Charles Doig, più volte menzionato anche su queste pagine, la distilleria ebbe diversi cambi di mano per finire infine alla John Dewar & Sons nel 1998. L’attuale proprietario di John Dewar, Martini, pur destinando ancora la stragrande maggioranza del whisky al blended di cui in incipit, ha deciso di rilasciare finalmente un range di single malt, composta attualmente da un 13 anni, un 17, 19, 23 e 31.

Nel mentre, gli indipendenti non sono rimasti inerti. Oggi infatti esaminerò non un rilascio ufficiale, bensì un giovane esponente realizzato da Valinch & Mallet nel 2017.

Single cask di 333 bottiglie, imbottigliato al 48,8%, è un Craigellachie 10 y.o. inserito nella serie “Young Masters Edition”. Nonostante spesso le release di V&M si esauriscano molto velocemente, è ancora disponibile in diversi store online (ad es. Spirit Academy). 

Ottima occasione per introdurre questa distilleria, no?

Note di degustazione:

Aspetto: Giallo paglierino.
Olfatto: Molto fresco, con leggera pera acerba e note di cereali. Nota intensa di vino bianco, simil Greco di Tufo, a tratti Falanghina. Olfatto molto semplice, in cui si evince la gioventù, ma non sgradevole pur se non entusiasmente. Dopo circa 30 minuti, la nota di vino bianco si smorza notevolmente, divenendo più integrata.
Palato: Di corpo medio, rilascia una purea di pera dolce mista a un tocco da vino bianco, più mite rispetto all’olfatto. Leggero pepe nero, delicata vaniglia e note di biscotti ne aumentano la stratificazione. Infine, tocco di caffè macchiato e delicato burro d’arachidi.
Finale: Medio, di pere, pepe bianco e leggero vino bianco.
Piuttosto fresco, costituisce un buon esempio di giovane whisky, risultando anche molto beverino. Certo, tra i “giovani” rilasciati da Valinch & Mallet non è il mio preferito. In particolare, l’olfatto è un po’ troppo semplice e a tratti pungente per i miei personali gusti.

Voto: 80/100

Related Posts

2 Responses
  1. Andrea Rimini

    Ho quasi fatto un salto sulla sedia leggendo, all’inizio della recensione, che fino al 2014 i malti della Craigellachie finivano unicamente nei blended della Dewar.
    E’ quell’aggettivo “unicamente” che mi ha lasciato perplesso, come se prima del 2014 nessun malto della Distilleria in parola fosse stato imbottigliato come single.
    Non è così.
    Basta ricordare alcuni imbottigliamenti di peso a metà degli anni ’90, dal 14 anni Flora &Fauna al 22 anni Rare Malts, e, più recentemente, il rilascio da parte della stessa Dewar nel 2004 di un 14 anni come parte di una “triade” comprendente altresì un Aultmore 12 anni ed un Royal Brackla 10 anni.
    Ma il Craigellachie che mi è più caro ricordare è ancora un 14 anni, imbottigliato a 60° secchi da Milroy nel 1995, che Jim Murray definiva semplicemente outstanding.

    1. Grazie per il tuo commento. Sostanzialmente, salvo rarissime eccezioni quali quelle menzionate da te, peraltro in tiratura limitata, Craigellachie veniva impiegato esclusivamente per i blended. Ovviamente imbottigliamenti sia ufficiali che indipendenti vi sono sempre stati, come per innumerevoli altre distillerie. Intendevo sottolineare che per quanto concerne la quasi totalità della produzione, semplicemente non vi erano release ampiamente disponibili. Insomma, non esisteva un vero core range, differentemente dagli ultimi anni. Farò una precisazione aggiungendo un “quasi”.

Leave a Reply

Cerca per Distilleria

122Whisky & Whiskey
Aberlour
AnCnoc
Antiquary
Arbikie
Ardbeg
Ardmore
Arran
Auchroisk
Balblair
Ballantine's
Balmenach
Balvenie
Benrinnes
Benromach
Bimber
Bladnoch
Blair Athol
Bowmore
Brora
Bruichladdich
Bunnahabhain
Caledonian
Cameronbridge
Caol Ila
Cardhu
Chichibu
Chivas Regal
Clynelish
Compass Box
Convalmore
Connemara
Cragganmore
Craigellachie
Crown Royal
Dailuaine
Dalmore
Dumbarton
Eagle Rare
Elijah Craig
Ezra Brooks
Fettercairn
Four Roses
George Dickel
Girvan
Glen Albyn
Glenburgie
Glencadam
GlenDronach
Glenfarclas
Glenfiddich
Glen Elgin
Glen Garioch
Glen Grant
Glen Keith
Glenglassaugh
Glengoyne
Glengyle
Glenlivet
Glenlossie
Glenmorangie
Glen Mhor
Glen Moray
Glen Scotia
Glenury Royal
Glenrothes
Glenturret
Glenugie
Hazelburn
Heaven Hill
Highland Park
Hudson
High Spirits
Imperial
Inverleven
Invergordon
Jack Daniel's
Johnnie Walker
Jura
Kilchoman
Kininvie
Lagavulin
Laphroaig
Ledaig
Linkwood
Littlemill
Loch Lomond
Longmorn
Longrow
Macallan
Maker's Mark
Mannochmore
Miltonduff
Mortlach
North British
Old Crow
Old Fitzgerald
Old Pulteney
Oban
Pappy Van Winkle
Port Dundas
Pittyvaich
Port Ellen
Puni
Rosebank
Royal Brackla
St.Magdalene
Scapa
Shinshu Mars
Speyburn
Springbank
Strathisla
Strathmill
Talisker
Teaninich
Teeling
Tobermory
Tomatin
Tullibardine
Yamazaki
Whyte & Mackay
Wild Turkey
Ignote/Segrete
43Rum
Abuelo
Angostura
Appleton Estate
Bellevue
Bermudez
Brugal
Cadenhead's
Caroni
Damoiseau
Diamond
Dictador
Diplomático
Don Papa
Doorly's
El Dorado
English Harbour
Enmore
Flor de Caña
Foursquare
Hampden
Havana Club
Kraken
La Hechicera
Long Pond
Matusalem
Mount Gay
Mulata
Ocean's
Plantation
Port Mourant
Rockley Still
Relicario
ReimonenQ
Saint James
Saint Maurice
Samaroli
Santa Teresa
Skeldon
Trinidad
Uitvlugt
Velier Demerara
Velier Royal Navy
Worthy Park
5Porto
Dow's
Fonseca
Graham's
Quinta do Vesuvio
Ramos Pinto
11Grappa
Bottega
Cantina del Taburno
Dellavalle
Feudi di San Gregorio
Mazzetti d'Altavilla
Nonino
Poli
Roner
Sibona
Unterthurner
Villa de Varda
9Brandy
A.De Fussigny
Branca
Cardenal Mendoza
Courvoisier
Lepanto
Mazzetti d'Altavilla
Vallein Tercinier
Vecchia Romagna
Villa Zarri