Informazioni:

Tipologia: Islay Single Malt Scotch Whisky.

Provenienza: Isola di Islay – Scozia.

Volume alcolico: 58,1%

Prezzo consigliato: 110 euro.

Reperibilità: Bassa, 515 esemplari. Ancora disponibile presso lo shop dei selezionatori.

Cenni storici e osservazioni personali:

Di WhiskyFacile ho già parlato in diverse occasioni, sia per ringraziare per alcuni campioni, ma anche per rimandarvi a una loro recensione e, non ultimo, per gli imbottigliamenti di recente rilascio.

Laddove vi foste persi i precedenti articoli, faccio un rapido riepilogo: nato come blog di divulgazione sul whisky (primo in Italia, nel 2011) e gestito inizialmente dal duo Jacopo Grosser e Giacomo Bombana (che oggi lavorano anche nel settore, per aziende di gran rilievo), successivamente ha visto l’ingresso di Marco Zucchetti (vice-direttore di un quotidiano nazionale e grande appassionato), Davide Ansalone (altro whisky lover, ora in forza presso un importante shop tedesco)e, non ultimo, Corrado De Rosa (il notaio whisky enthusiast). Orbene, negli anni, i “Facili”, come sono soliti essere chiamati, hanno collezionato importanti degustazioni e un numero decisamente elevato di recensioni.

Step successivo ma anche forse naturale per degli appassionati, è stato il proporre al pubblico una selezione di imbottigliamenti, raggruppati sotto la denominazione “A Space Whisky Odissey”, chiaro rimando al capolavoro di Kubrick ma anche all’immortale poema omerico.

Ho già avuto occasione di soffermarmi sul primo trittico (composto da Aultmore, Glen Elgin e Staoisha), cui hanno fatto seguito altre tre release: un Glenlossie dedicato ai Lotofagi, un Orkney 13 anni (Highland Park) dedicato a Scilla e Cariddi e un malto ugualmente isolano, proveniente da Islay, oggetto di questa recensione.

Il Caol Ila che a breve testerò è un 10 anni proveniente dai forniti magazzini di Signatory, nome illustre nel panorama dei selezionatori indipendenti. Maturato in botte ex-Sherry non di primo riempimento, da cui sono state ottenute 595 bottiglie a grado pieno (58,1%). Nel parterre mitologico scelto dai Facili, è dedicato a una sirena, leggendaria creatura ammaliatrice. 

Terminato questo lungo preambolo e scusandomi per l’uso estremo delle parentesi, passo ora a narrarvelo.

Note di degustazione:

Aspetto: Ambra intensa.
Olfatto: Aceto balsamico misto a frutti rossi maturi, declinati in primis nella ciliegia ma anche nelle fragole. Vi è poi un tratto carnoso, di pancetta arrostita condita con salsa BBQ ma anche un tocco di salsa Worcester. Di sfondo, ma progressivamente emergente, un fumo di torba denso e compatto, che rimembra il carbone spento. Anzi, a voler essere più precisi, si amalgama alle note di carne dando l’impressione complessiva di una grigliata terminata da poco (avete presente, no?).  Passano alcuni minuti e la frutta si ripropone con maggiore prepotenza: esplosione della ciliegia di cui prima, ma anche comparsa di una succosa pesca matura. Infine, una leggera nota sulfurea. Con acqua, il fumo diviene più incisivo, a rammentare carboni ardenti. Meglio senza, le sfumature sono più interessanti.
Palato: Su un fumo possente si innestano nuovamente sentori carnosi, tuttavia diversi rispetto a quelli dell’olfatto: carne sotto sale, per essere precisi. Ancora, olive in salamoia e sensazione salmastra. In effetti, le note marine sono piuttosto evidenti ma non è affatto un male. Non smette di ammaliare, con una marmellata di fragole che funge da substrato, mentre la salsa BBQ, meno presente che all’olfatto, scalpita per dire la sua. Infine, una nota amaricante di cacao, e un tocco discreto di rabarbaro. L’apporto dello Sherry c’è, ma il distillato di Caol Ila primeggia senza essere schiacciato, ma anzi arricchito. Con acqua, maggior enfasi della frutta a discapito delle altre note. Lo preferisco senza, lo trovo decisamente più intenso e stratificato.
Finale: Lungo, snodato tra torba, frutta, e l’immancabile tratto salmastro, con generosa salinità mai troppo estrema.

Eccellente selezione di Whisky Facile, un Caol Ila che, pur ricevendo un notevole influsso sherried, resta ancorato alla propria essenza. Se l’intento era quello di realizzare un whisky ammaliante, a mio modesto parere è stato pienamente raggiunto. A onor del vero, non ammalia soltanto, ma convince con una solidità notevole. A memoria il miglior whisky giovane provato negli ultimi tempi, una piacevole diversione da un marasma di imbottigliamenti che, seppur gradevoli, son tutti purtroppo molto simili tra loro. Complimenti!!!

Voto: 90/100

starstarstar

Riconoscimenti

I seguenti riconoscimenti sono stati attribuiti da "Il Bevitore Raffinato"

  • Premio
  • Premio
  • Premio
  • Premio

Related Posts

Leave a Reply

Cerca per Distilleria

142Whisky & Whiskey
Aberlour
Allt-a-Bhainne
AnCnoc
Antiquary
Arbikie
Ardbeg
Ardmore
Arran
Auchroisk
Balblair
Balcones
Ballantine's
Balmenach
Balvenie
Benrinnes
Benromach
Bimber
Bladnoch
Blair Athol
Booker's
Bowmore
Brora
Bruichladdich
Buffalo Trace
Bunnahabhain
Caledonian
Cameronbridge
Caol Ila
Cardhu
Chichibu
Chivas Regal
Clynelish
Compass Box
Convalmore
Connemara
Cragganmore
Craigellachie
Crown Royal
Daftmill
Dailuaine
Dalmore
Dalwhinnie
Death's Door
Dufftown
Dumbarton
Eagle Rare
Elijah Craig
Ezra Brooks
Fettercairn
Four Roses
George Dickel
Girvan
Glen Albyn
GlenAllachie
Glenburgie
Glencadam
GlenDronach
Glenfarclas
Glenfiddich
Glen Elgin
Glen Garioch
Glen Grant
Glen Keith
Glenglassaugh
Glengoyne
Glengyle
Glenlivet
Glenlossie
Glenmorangie
Glen Mhor
Glen Moray
Glen Scotia
Glenury Royal
Glenrothes
Glentauchers
Glenturret
Glenugie
Hazelburn
Heaven Hill
Highland Park
Hudson
High Spirits
Imperial
Inverleven
Invergordon
Jack Daniel's
Johnnie Walker
Jura
Kilchoman
Kininvie
Lagavulin
Lakes
Laphroaig
Ledaig
Linkwood
Littlemill
Loch Lomond
Longmorn
Longrow
Macallan
Maker's Mark
Mannochmore
Michter's
Miltonduff
Mortlach
Murray McDavid
Nantou
North British
Old Crow
Old Fitzgerald
Old Pulteney
Oban
Pappy Van Winkle
Paul John
Port Dundas
Pittyvaich
Port Ellen
Powerscourt
Puni
Rosebank
Royal Brackla
St.Magdalene
Scapa
Shinshu Mars
Speyburn
Springbank
Stauning
Strathmill
Strathisla
Talisker
Teaninich
Teeling
Tobermory
Tomatin
Tullibardine
Yamazaki
Whistlepig
Whyte & Mackay
Widow Jane
Wild Turkey
Writers' Tears
Ignote/Segrete
45Rum
Abuelo
Angostura
Appleton Estate
Bellevue
Bermudez
Brugal
Cadenhead's
Caroni
Damoiseau
Diamond
Dictador
Diplomático
Don Papa
Doorly's
El Dorado
English Harbour
Enmore
Equiano
Flor de Caña
Foursquare
Hampden
Havana Club
Kraken
La Hechicera
Long Pond
Matusalem
Mount Gay
Mulata
Ocean's
Plantation
Port Mourant
Relicario
ReimonenQ
Saint James
Saint Maurice
Samaroli
Santa Teresa
Skeldon
Trinidad
Uitvlugt
Velier Demerara
Velier Royal Navy
West Indies Rum Distillery
Worthy Park
Ignote
5Porto
Dow's
Fonseca
Graham's
Quinta do Vesuvio
Ramos Pinto
11Grappa
Bottega
Cantina del Taburno
Dellavalle
Feudi di San Gregorio
Mazzetti d'Altavilla
Nonino
Poli
Roner
Sibona
Unterthurner
Villa de Varda
10Brandy
A.De Fussigny
Branca
Cardenal Mendoza
Courvoisier
Fundador
Lepanto
Mazzetti d'Altavilla
Vallein Tercinier
Vecchia Romagna
Villa Zarri