Old Crow 5 y.o. Traveller FifthInformazioni:

Tipologia: Bourbon

Provenienza: Kentucky – U.S.A.

Volume alcolico: 43%

Prezzo consigliato: Variabile, disponibile in varie aste.

Reperibilità: Bassa, imbottigliamento anni ’70.

 

Cenni storici e osservazioni personali:

Oggi, grazie a un caro  amico, ho la possibilità di esaminare per voi un Bourbon prodotto negli anni ’70: Old Crow 5 y.o. Traveller Fifth.

Prima di addentrarci sul prodotto, credo sia doveroso fare qualche breve cenno sulla storia di questo marchio, decisamente antico.

La sua origine è imputabile a James C.Crow, immigrante scozzese, che iniziò a distillare nel 1830 quello che poi sarebbe divenuto uno dei più antichi marchi di bourbon. Il whiskey di James era inzialmente denominato “Crow”, per poi divenire “Old Crow” in seguito al processo di invecchiamento.
Considerato abile distillatore, ideò la formula per la distillazione di questo bourbon che, a quanto pare, è andata perduta con la sua morte nel 1856 mentre i nuovi proprietari, W.A. Gaines and Company, continuarono la produzione dichiarando di impiegare la ricetta originale ma, in base a quanto è noto, in realtà il whiskey prodotto aveva un carattere differente.

Singolare infatti fu un aneddoto che riguardò il Senatore del Kentucky Blackburn, in corsa per un secondo mandato: pare che l’idea di offrire agli elettori dosi generose dell’originale “Old Crow” fu uno dei principali motivi della sua rielezione! Bourbon pertanto molto apprezzato dal pubblico statunitense.

Ah, a James C. Crow è generalmente attribuito il perfezionamento del processo sour mash, impiegato per la produzione del Bourbon. Tuttavia, questa credenza non è supportata da alcun documento ufficiale.
Negli anni, Old Crow divenne il Bourbon più venduto negli Stati Uniti, salvo poi attraversare un lento ed inesorabile declino.
Ad oggi, tuttavia, benchè la distilleria originale sia stata smantellata e versi in uno stato di abbandono (si vocifera di una sua riapertura…), il marchio è detenuto dal colosso Beam Suntory che ne continua la commercializzazione.
La produzione avviene presso Jim Beam ed è prodotto come Bourbon giovane e dal costo contenuto.

Segnalo, infine, come piccola curiosità storica, che grandi estimatori dell’originale Old Crow furono il celebre scrittore Mark Twain e il 18esimo Presidente degli Stati Uniti Ulysses S. Grant. Inoltre, anche il Generale Confederato Jubal Early pare fosse un grande amante di questo bourbon. Insomma, una passione che trascendeva persino le forti ragioni che spinsero alla Guerra di Secessione Americana.

Per quanto concerne quest’imbottigliamento, esso risale agli anni ’70, quando la produzione non era ancora controllata da Beam Suntory e pertanto è frutto della distilleria originale.

La forma della bottiglia è piuttosto singolare il nome “Fifth” deriva dal fatto che contiene un quinto di un gallone. (l’equivalente di 75 cl). Peraltro, l’imbottigliamento che ho avuto il piacere di provare, non è la versione importata in Italia ma, bensì, quella commercializzata nei duty free degli Stati Uniti.
L’ invecchiamento è di 5 anni. In verità? Sono sempre curioso quando mi si offre l’opportunità di provare espressioni ormai estinte e pertanto ho accolto piacevolmente l’invito del mio amico a provare questo bourbon.

 

Note Degustative:

Aspetto: Ambra.

Olfatto: Si presenta molto gradevole, con il tipico sentore di mais che accomuna i bourbon e, tuttavia, non eccessivo come riscontrato in altri prodotti. Compare, quindi, un’inusuale (per molti bourbon) nota di ciliegia matura che si fonde a fiori d’arancio molto accennati. Leggera speziatura chiude il tutto.
Non un capolavoro di complessità, ma decisamente più che onesto.

Palato: Di corpo tra il medio e il leggero, ripropone la dolcezza già riscontrata in sede olfattiva, senza tuttavia essere mai stucchevole ed, anzi, piuttosto elegante. Legno suadente accanto ad agrumi e all’onnipresente mais. Vaniglia stratificata, caramelle mou e zucchero caramellato.
Anche qui, non di grande complessità ma gradevolmente beverino.

Finale: Breve, di vaniglia, mou, qualche spezia e sentore agrumato.

Forse questo Old Crow non sarà memorabile ma, in tutta sincerità, l’ho trovato piacevole.
Il finale è purtroppo evanescente e questo tratto tende a penalizzarlo molto nella valutazione complessiva.
Tuttavia, il lato olfattivo presenta note inusuali per i bourbon moderni e, complessivamente, risulta molto beverino.
Non un classico, ma molto più intrigante di diversi bourbon moderni, senz’anima e figli della massiccia industrializzazione delle distillerie.

Voto: 83/100

Related Posts

Leave a Reply

Cerca per Distilleria

133Whisky & Whiskey
Aberlour
AnCnoc
Antiquary
Arbikie
Ardbeg
Ardmore
Arran
Auchroisk
Balblair
Balcones
Ballantine's
Balmenach
Balvenie
Benrinnes
Benromach
Bimber
Bladnoch
Blair Athol
Bowmore
Brora
Bruichladdich
Buffalo Trace
Bunnahabhain
Caledonian
Cameronbridge
Caol Ila
Cardhu
Chichibu
Chivas Regal
Clynelish
Compass Box
Convalmore
Connemara
Cragganmore
Craigellachie
Crown Royal
Dailuaine
Dalmore
Dalwhinnie
Dufftown
Dumbarton
Eagle Rare
Elijah Craig
Ezra Brooks
Fettercairn
Four Roses
George Dickel
Girvan
Glen Albyn
GlenAllachie
Glenburgie
Glencadam
GlenDronach
Glenfarclas
Glenfiddich
Glen Elgin
Glen Garioch
Glen Grant
Glen Keith
Glenglassaugh
Glengoyne
Glengyle
Glenlivet
Glenlossie
Glenmorangie
Glen Mhor
Glen Moray
Glen Scotia
Glenury Royal
Glenrothes
Glenturret
Glenugie
Hazelburn
Heaven Hill
Highland Park
Hudson
High Spirits
Imperial
Inverleven
Invergordon
Jack Daniel's
Johnnie Walker
Jura
Kilchoman
Kininvie
Lagavulin
Laphroaig
Ledaig
Linkwood
Littlemill
Loch Lomond
Longmorn
Longrow
Macallan
Maker's Mark
Mannochmore
Michter's
Miltonduff
Mortlach
Murray McDavid
North British
Old Crow
Old Fitzgerald
Old Pulteney
Oban
Pappy Van Winkle
Paul John
Port Dundas
Pittyvaich
Port Ellen
Puni
Rosebank
Royal Brackla
St.Magdalene
Scapa
Shinshu Mars
Speyburn
Springbank
Strathmill
Strathisla
Talisker
Teaninich
Teeling
Tobermory
Tomatin
Tullibardine
Yamazaki
Whistlepig
Whyte & Mackay
Widow Jane
Wild Turkey
Writers' Tears
Ignote/Segrete
45Rum
Abuelo
Angostura
Appleton Estate
Bellevue
Bermudez
Brugal
Cadenhead's
Caroni
Damoiseau
Diamond
Dictador
Diplomático
Don Papa
Doorly's
El Dorado
English Harbour
Enmore
Equiano
Flor de Caña
Foursquare
Hampden
Havana Club
Kraken
La Hechicera
Long Pond
Matusalem
Mount Gay
Mulata
Ocean's
Plantation
Port Mourant
Relicario
ReimonenQ
Saint James
Saint Maurice
Samaroli
Santa Teresa
Skeldon
Trinidad
Uitvlugt
Velier Demerara
Velier Royal Navy
West Indies Rum Distillery
Worthy Park
Ignote
5Porto
Dow's
Fonseca
Graham's
Quinta do Vesuvio
Ramos Pinto
11Grappa
Bottega
Cantina del Taburno
Dellavalle
Feudi di San Gregorio
Mazzetti d'Altavilla
Nonino
Poli
Roner
Sibona
Unterthurner
Villa de Varda
10Brandy
A.De Fussigny
Branca
Cardenal Mendoza
Courvoisier
Fundador
Lepanto
Mazzetti d'Altavilla
Vallein Tercinier
Vecchia Romagna
Villa Zarri